lunedì 31 ottobre 2016

I bastoncini curvi utili per la salvaguardia articolare.

I bastoncini ormai hanno trasformato in modo indelebile il sistema di allenarsi e spostarsi a piedi, sia in pianura che in montagna. Esistono varie tipologie di bastoncini, senza dubbio però quella che colpisce di più è la versione curva Nw & curve, che per altro sto utilizzando da alcune uscite nei miei allenamenti ultratrail(vedi Monoallenamento settimanale). Da anni ho capito che il bastoncino nelle lunghe distanze è uno strumento fondamentale per la salvaguardia delle ginocchia, bassa schiena, oltre che un formidabile mezzo propulsivo grazie al coinvolgimento attivo degli arti superiori. Rendendo la camminata un attività completa per tutto il corpo.
Sto testando i bastoncini curvi con soddisfazione nelle mie lunghe uscite a piedi e mi rendo ogni volta conto che sono incredibili. Infatti il praticante li sfrutta istintivamente nella maniera corretta fin da subito, data la loro forma unica. Cosa che raramente succede tra gli escursionisti che sfruttano la versione tradizionalmente dritta. Con la soluzione della curva in prossimità dell'impugnatura tutto cambia invece, dato che anche il novizio di tale strumento dopo pochi minuti di pratica riuscirà ad utilizzarli al meglio nel gesto di spinta. Probabilmente questa configurazione ergonomica rende istintivo l'uso corretto del qui descritto supporto.
Inoltre questa particolare conformazione durante ogni pressione al terreno restituisce agevolmente energia al gesto come se si trattasse di una 'molla' che catapulta in avanti l'utente ad ogni passo!
E impressionante l'incremento di velocità dell'andatura che si verifica!
Ho potuto beneficiare fin da subito di questo meraviglioso bastoncino e sicuramente non lo abbandonerò più. Già dalla prima uscita, con solo pochi minuti di pratica, è già stato possibile per me usarlo in modo veramente produttivo. Un bastoncino da consigliare ad ogni ultrattrailer, trekker o semplice camminatore.
Destreggiarsi tra salite, discese e pianure può essere molto impegnativo oltre che logorante. Allora perché non distribuire il carico tra arti superiori ed inferiori? E' un peccato lasciare le braccia inerti durante le lunghe percorrenze a piedi come se fossero un peso morto, per questo diventa possibile attraverso l'uso del bastoncino curvo distribuire al meglio lo sforzo tra i quattro arti, con un netto sgravio a favore delle gambe. L'usura delle ginocchia è certamente uno spettro ricorrente tra gli escursionisti di vario genere e con un semplice accorgimento, aggiungendo un leggero supporto strumentale, si possono ottenere vantaggi sulla salute articolare dell'ordine di svariati punti percentuali.
Concludo sfatando il mito del bastoncino che toglie equilibrio quando si torna alla camminata senza. Questo non può succedere perché in ogni caso passiamo molte più ore a muoverci nella vita di tutti i giorni senza il bastoncino, così questo diventa un supporto utilissimo quando si è alle prese con il momento della nostra lunga percorrenza a piedi. Quindi al ritorno nella quotidianità tutto il fattore propriocettivo sugli arti inferiori si riattiva appieno!
E' proprio il caso di approfittarne, soprattutto perché al prezzo di una piccola spesa e possibile ottenere un grande beneficio!

Con i bastoncini NW&Curve alla partenza del ultratrail del Monte Casto

Sezioni principali della pagina web dedicata agli ultratrailers:







Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog